Loading...

L'Era Dirompente

BRAND / L'Era Dirompente

Passaggio del testimone

Quando negli anni 2000 Herno passa nelle mani di Claudio Marenzi l'impresa è sana, nota e ben radicata nella cultura del saper fare, ma nel mondo tutto sta mutando: a lui spetta il compito di andare incontro alle trasformazioni. Lo fa con una visione dirompente: riparte dal passato, da quell' età dell'oro in cui la visibilità del marchio Herno è centrale nel mondo della moda e della confezione di lusso, ma applica nuovi canoni.

Un cantiere creativo

Claudio Marenzi inizia snellendo l'organizzazione per renderla più dinamica; motiva giovani talenti; punta sulla forza vendita che forma internamente e in esclusiva; scommette su un ufficio stile capace di fare uscire le collezioni dal classicismo, senza perdere la qualità della squisita manifattura e del gusto unico, segni distintivi dell'azienda e dell'italianità. In uno stabilimento ripensato come cantiere creativo, dove coesistono tradizione e contemporaneità, i capispalla diventano più informali non solo perché è di moda ma per rispondere alle nuove esigenze di un pubblico che cambia. Dall'esperienza sartoriale, nata con la confezione dei cappotti, si mutuano forme e tessuti, si ragiona sulle performance per contrapposizioni: impermeabile ma traspirante, piumini leggeri ma caldi, lussuosi nelle linee ma con una tenuta da capo sportivo.

Leader dei processi produttivi

Per raggiungere l'obiettivo, Claudio Marenzi con la sua squadra introduce un'altra piccola grande rivoluzione: prende le fibre tipiche dell'active sport e le trasferisce nel mondo dei tessuti urbani. In alcuni casi li abbina perfino a stoffe preziose dando una scossa al concetto di lusso. Il cambio strategico fa decollare il fatturato e spinge al 70% le esportazioni all'estero. Herno torna a essere il cuore dello stile. E va oltre. Forte dei 70 anni di storia manifatturiera, punta sulle trasformazioni dei macchinari apportando profonde innovazioni che conducono alla rivoluzione più dirompente: Herno incide sui processi produttivi, li rende all'avanguardia, li esporta nei siti in cui opera offrendo opportunità di evolvere anche alle strutture che lavorano per l'azienda ad altre latitudini. Lo stile Herno oggi ha diversi emuli. Il sogno di Claudio Marenzi è produrre capi non replicabili, da nessun altro. Perciò l'investimento sui processi produttivi è costante. E su questo Herno poggia la propria leadership.